INCOLLAGGIO DI MATERIALI PLASTICI

La capacità di un adesivo di aderire su una superficie in materiale plastico dipende principalmente dalla natura chimica del materiale stesso.

I materiali plastici si dividono in tre grandi categorie:

▪ Termoplastici
▪ Termoindurenti
▪ Elastomeri

I principali prodotti sono di seguito elencati. Tra parentesi l’abbreviazione del nome secondo la norme DIN 7728/ISO 1043

Termoplastici
Polietilene (PE), Polipropilene (PP), Polistirene (PS), Polivinil Cloruro (PVC), Politetrafluoroetilene (PTFE, Teflon), Polimetil Metacrilato (PMMA, Plexiglas), Policarbonato (PC), Polietilen Tereftalato (PET), Poliammide (PA), Acrilonitrile Butadiene Stirene (ABS)

Termoindurenti
Resine fenoliche (PF), Resine Urea-Formaldeide (UF), Resine Melamminiche (MF), Resine Poliestere Insature (UP), Resine Epossidiche (EP).

Elastomeri
Polibutadiene (BR), Policloroprene (CR), Poliisoprene (NR), Gomma Butilica (IIR), Etilene-Propilene (EPM/EPDM), Silicone (SI), Gomma Nitrilica (NBR).

Un discorso a parte meritano i materiali plastici a base di Poliuretano: a seconda del grado di reticolazione possono essere termoplastici, termoindurenti ed elastomerici.

Incollaggio dei material plastici

La tabella riporta in maniera semplificata i criteri da applicare per la scelta dell’adesivo idoneo a seconda della tipologia di materiale plastico.

E’ comunque buona norma eseguire sempre dei test preliminari prima di procedere con l’applicazione industriale per evitare spiacevoli sorprese. (Riproduzione Riservata)